Coop Mimosa

Socio-Sanitario

Mimosa occupa un posto di primo piano nel panorama socio-assistenziale e sanitario e si occupa in particolare di disagio psichico e sostegno a minori.

In convenzione con l'Azienda Provinciale Servizi Sanitari Mimosa gestisce il SITR - Servizio Integrato Terapeutico Riabilitativo - per conto dell'Unità Operativa 5 di Psichiatria con ambito territoriale Alto Garda e Ledro.
Fra le tante attività spiccano le gestioni di:

COMUNITÀ TERAPEUTICA "VILLA ISCHIA"

Comunità Villa Ischia è una struttura nata nel 1994 con lo scopo di fornire assistenza a persone portatrici di disagio psichico, si trova a Riva del Garda in Località Ischia, e dispone di 10 posti in regime residenziale e 5 posti in regime diurno semiresidenziale.

La struttura si rivolge a persone con patologia psichiatrica grave, importanti limitazioni sociali e bassi livelli di autonomia. Vengono attuati programmi personali di cura di tipo terapeutico-riabilitativo volti al recupero e acquisizione di competenze quotidiane e socio-relazionali, sia mediante interventi terapeutico-riabilitativi complessi a medio e lungo termine sia progetti a breve termine, per situazioni che necessitano di un'ambiente supportato ma non di un ricovero ospedaliero. La Comunità quindi permette all'utente di riacquisire determinate capacità e il reinserimento all'interno del tessuto sociale in una condizione di stabilità adeguata per poter avere una vita dignitosa.

Coordinatore: Lucio Matteotti

APPARTAMENTI PROTETTI UAS

Nell'ambito della psichiatria e dei progetti di cura, uno degli aspetti da affrontare è quello di trovare soluzioni abitative per persone che hanno un buon grado di autonomia e che, per diverse motivazioni, non hanno un posto dove sperimentarsi nella vita quotidiana e nella gestione di un appartamento.

A fronte di questa necessità nel 2013 Mimosa, in collaborazione con la Comunità Villa Ischia e il Servizio Sanitario, ha creato due appartamenti protetti, nei pressi della Comunità, per permettere a certi utenti di sperimentarsi nel vivere quotidiano. L'idea di base è quella di aiutare i pazienti ad aumentare le proprie capacità gestionali e relazionali all'interno di un luogo che sentano come proprio.
Gli appartamenti si sono rivelati un importante strumento sotto più punti di vista: per gli operatori è possibile verificare le capacità dei pazienti e ragionare sui percorsi di cura e per i pazienti in previsione di una vita autonoma all'esterno della comunità.

Coordinatore: Lucio Matteotti

CENTRO DIURNO DI TIONE

Il Centro Diurno di Tione nasce nel 2001 con la necessità di trovare un luogo dove svolgere attività riabilitative per utenti con problematiche di tipo psichiatrico nel distretto delle Giudicarie.

La struttura fornisce un servizio di ospitalità per persone che hanno bisogno di sperimentare e di riapprendere abilità nelle relazioni interpersonali, nella gestione della quotidianità e nella cura di sé. Il team lavora in collaborazione con utente e famiglia, altri servizi dell'Unità Operativa e con il Centro di Salute Mentale.
Si offrono percorsi personalizzati di tipo terapeutico riabilitativo di gruppo o individuali, all'interno di un programma territoriale per situazioni di crisi, o come alternativa all'ospedalizzazione per situazioni di supporto che necessitano interventi di durata variabile o piani riabilitativi specifici per riacquistare abilità perdute o acquisirne di nuove. Presso il Centro Diurno le persone possono trovare un clima di accettazione e condivisione dei propri problemi e svolgere numerose attività terapeutiche che permettono loro di rimettersi in gioco e ritornare ad un livello di autonomia tale da poter vivere dignitosamente.
Il Centro Diurno ospita attualmente una ventina di pazienti divisi durante l'arco della settimana in base agli impegni personali e lavorativi.

Coordinatore: Massimo Pellegrini

ASSISTENZA DIRETTA E SUPPORTO ALLA DIDATTICA

L'assistenza e il supporto didattico sono svolti a favore di studenti certificati, con Bisogni Educativi Speciali (BES), presso l'Istituto Comprensivo di Arco.

Lo scopo è favorire l'integrazione e l'inclusione degli studenti attraverso la personalizzazione dell'apprendimento: gli assistenti educatori in collaborazione con il corpo docente programmano interventi specifici a favore degli alunni, con l'obiettivo di valorizzarne le potenzialità e sviluppare l'autonomia.

Coordinatore: Gabriella Conti


Responsabile Area Socio Sanitaria: Lucio Matteotti